Regolamento

Istituto Paritario Conte

1. La scuola: mission e vision
La scuola dell’Infanzia e Primaria Paritaria ISTITUTO “CONTE” SRL- Impresa Sociale- è una istituzione scolastica la cui azione educativa, nel rispetto delle norme vigenti, si ispira ai valori della Costituzione Italiana e dell’Unione Europea e concorre con la famiglia a realizzare obiettivi formativi propulsori della crescita integrale della personalità del bambino.
E’ una scuola laica che accoglie tutti i bambini che ne chiedono iscrizione e frequenza, senza alcuna distinzione di situazioni personali, di credo religioso, di etnia, secondo principi di uguaglianza e di garanzia delle pari opportunità. Mission della scuola è la formazione integrale della personalità di ciascun allievo, vision della scuola è la formazione del cittadino Europeo e del Mondo.


2. Legale rappresentante
Responsabile dell’intera organizzazione scolastica e dell’offerta formativa è il legale rappresentante dell’ Ente Gestore. Il Gestore è garante dell’identità culturale e del Progetto Educativo della scuola ed è responsabile della conduzione dell’Istituzione Scolastica nei confronti degli allievi, delle famiglie, della società e dell’Amministrazione (MIUR).

Il Gestore è garante del fatto che il Piano dell’Offerta formativa deve rispondere alla domanda di formazione avanzata dall’utenza

Il Gestore ha l’obbligo di informare le famiglie, all’atto dell’iscrizione, dello status di scuola paritaria, inclusa l’eventuale perdita di tale status.


3. Organi Collegiali
La scuola, in coerenza con quanto disposto dalla legge 62/2000, è dotata di Organi Collegiali finalizzati ad una gestione democratica della scuola. La scuola garantisce la partecipazione democratica dei genitori al suo funzionamento mediante l’attività degli Organi Collegiali, secondo normativa vigente. Lo statuto degli Organi Collegiali definisce composizione, competenze e funzioni di ciascun Organo.


4. Alunni e genitori
Per l’ammissione dei bambini/e alla scuola dell’infanzia e primaria si richiedono:

  • L’esplicita accettazione del Progetto Educativo della scuola, del P.O.F. e del presente Regolamento.
  • L’accettazione ed il rispetto dei principi etici e formativi della scuola, delle organizzazioni e delle metodologie.
  • La necessaria e puntuale collaborazione delle famiglie.
  • La regolare frequenza alle attivitĂ  curricolari gratuite ed il regolare pagamento dei Progetti e delle attivitĂ  extracurricolari.
  • L’iscrizione si rinnova di anno in anno solo all’atto della formalizzazione da parte della famiglia nei modi e nei termini che vengono comunicati, secondo modulistica redatta dalla scuola.

  • 5. Orario d’ingresso e di uscita
    La scuola dell’infanzia e primaria funziona dal lunedì al sabato secondo il calendario scolastico Regionale. Orario d’ingresso e di accoglienza: scuola dell’Infanzia dalle ore 8,30 alle ore10,00. Dopo tale orario saranno accettati i bambini con giustifica dei motivi di ritardo. Scuola primaria: l’orario d’ingresso e di accoglienza è dalle ore 8,30 alle ore 9,00. Dopo tale orario non saranno più accettati i bambini in classe. L’uscita è alle ore 16,30. Le uscite che si rendessero necessarie, per motivi vari in orari diversi, possono avvenire soltanto dietro specifica richiesta scritta dei genitori. Per la scuola dell’Infanzia l’uscita può avvenire dalle ore 15,30. Il sabato l’orario è solo antimeridiano.


    6. Orari di funzionamento della scuola nel periodo dell’accoglienza
    Al fine di consentire dopo le vacanze estive una ripresa delle attività che sia graduale e rispettosa dei ritmi dei bambini e per favorire un inserimento non traumatico dei nuovi allievi, nella prima settimana di funzionamento dell’anno scolastico la scuola adotterà un orario ridotto e flessibile, adeguato alle esigenze di ciascun bambino e concordato con le famiglie.


    7. Comunicazioni
    Durante l’entrata dei bambini della scuola dell’Infanzia genitori possono colloquiare con le insegnanti solo per brevi comunicazioni urgenti. I genitori sono pregati di sostare in aula il tempo necessario per la consegna dei bambini. Per i bambini della scuola Primaria non è consentito ai genitori l’accompagnamento nelle proprie classi. Ciò potrà accadere solo per comunicazioni urgenti.

    Si prevede una calendarizzazione settimanale dei colloqui dei genitori con i docenti con affissione all’albo.


    8. Assenze
    In caso di assenze per malattia superiore ai cinque giorni consecutivi, è necessario presentare il bambino munito di certificato medico di guarigione. Per le assenze che si possono registrare e che non riguardano malattie, il genitore è tenuto a dare preventivamente comunicazione scritta al coordinatore didattico.


    9. Accesso
    E’ vietato l’accesso a scuola a tutte le persone durante l’orario scolastico. Solo in situazioni di motivate esigenze possono accedere coloro che sono muniti d’autorizzazione scritta da parte della Direzione.


    10. Indisposizione malori alunni
    In caso di malore improvviso degli alunni durante l’orario scolastico devono essere avvertiti i genitori nel minor tempo possibile in modo che provvedano al loro ritiro dalla scuola. Nel caso di malori gravi o infortuni, saranno avvertiti i genitori nel più breve tempo possibile e se ritenuto necessario dal personale responsabile si provvederà ad attivare il servizio di emergenza.


    11. Somministrazione di medicinali
    La somministrazione di farmaci non compete all’insegnante o al personale della scuola.

    In caso di particolare necessitĂ  i genitori dovranno presentare certificazione medica e domanda scritta alla Direzione che provvederĂ  ad autorizzare il personale della scuola. In caso di intolleranza alimentare ed allergie i genitori sono tenuti a darne comunicazione scritta ai docenti.


    12. Malattie infettive
    L’insegnante che rilevi negli alunni segni sospetti di malattie infettive deve avvertire immediatamente il coordinatore didattico il quale provvede a contattare i genitori per i provvedimenti del caso. In ogni caso la scuola deve essere informata dei casi di malattie infettive ed è tenuta ad attivare le misure prescritte dalla normativa per la prevenzione del rischio contagio. Gli alunni vengono riammessi a scuola dietro presentazione di certificato medico attestante la cessazione di ogni pericolo di contagio.


    13. Pulizia alunni
    Tutti gli alunni sono tenuti a presentarsi a scuola puliti, nelle vesti e nella persona. Si raccomanda ai genitori di osservare le principali regole igieniche: pulizia dei capelli, della persona, degli indumenti.


    14. Vestiario
    La scuola provvede, dietro un rimborso spese stabilito a carico dei genitori, a fornire: tuta invernale ed estiva ai bambini quale divisa giornaliera. Si sottolinea l’importanza di vestire i bambini con abiti che consentano di muoversi liberamente ed in piena autonomia. ( si sconsigliano body, salopette, bretelle ecc…)


    15. Corredo per il bambino
    E’ richiesto per ciascun bambino:

  • un cestino contrassegnato dal nome e cognome che dovrĂ  contenere l’occorrente per il pranzo e, per i bambini dell’Infanzia
  • un bavaglino con elastico ed eventuale cambio

  • 16. Rapporto scuola – famiglia
    La collaborazione tra scuola e famiglia è molto importante per la conoscenza del bambino, per consentire strategie educative comuni; una buona intesa tra genitori e insegnanti, uno scambio di opinioni e di proposte contribuiscono a superare determinate difficoltà e a migliorare la qualità della Offerta Formativa.

    E’ importante inoltre che i genitori partecipino agli incontri programmati dal calendario scolastico. La scuola vieta ogni forma di colletta e regali al personale.


    17. Alimentazione
    La scuola fornisce mensa completa, preparata dalla cucina stessa della scuola. 1° piatto, 2° piatto, contorno, succo di frutta, pane. Il menù settimanale è sottoposto per conoscenza ai genitori ed affisso all’albo. E’ vietato portare a scuola dolci o rustici o quant’altro per feste varie, preparati in casa, ma solo accompagnati da scontrino fiscale del venditore onde poter risalire alla provenienza.


    18. Oggetti
    La scuola non risponde di quanto gli alunni portano a scuola, ne’ di eventuali smarrimenti di indumenti non siglati da nome e cognome.


    19. Contributo ai Progetti
    La retta scolastica, quale contributo ai Progetti extracurricolari, dovrà essere versata entro il 10 di ogni mese e per i dieci mesi di attività scolastica presso la segreteria della scuola, anticipatamente, anche in caso di assenza o ritiro dalla scuola dell’alunno prima del completamento del mese.


    20. Assicurazione
    La scuola si impegna ad assicurare gli allievi. All’atto dell’iscrizione i genitori verseranno un contributo per rimborso spese del premio assicurativo.


    21. Impegno dei genitori

  • I genitori sono tenuti a conoscere il Progetto Educativo ed il Piano dell’Offerta Formativa (P. O. F) della scuola.
  • Osservare il regolamento della scuola.
  • Rispettare gli orari scolastici.
  • Partecipare agli inviti della scuola.
  • Mantenere rapporti positivi con gli insegnanti.
  • Fornire agli insegnanti tutte le informazioni utili alla conoscenza dei bambini.
  • Consegnare alla scuola la documentazione richiesta all’atto dell’iscrizione.

  • 22. Servizi di segreteria
    Gli uffici di segreteria garantiscono l’apertura al pubblico, in orario stabilito dal rappresentante legalein relazione alle attività didattiche della scuola, comunque in orario non inferiore a due ore al giorno.

    Il Coordinatore Didattico è disponibile tutti i giorni per considerare qualsiasi problema inerente l’offerta formativa e l’andamento delle attività scolastiche.


    23. Verifica e Valutazione
    La scuola paritaria, in quanto parte del sistema scolastico nazionale di istruzione e di formazione, partecipa alle iniziative INVALSI di verifica dei livelli di apprendimento degli allievi e di valutazione della qualità dell’offerta formativa e del funzionamento del sistema. Costruisce un sistema di valutazione dei risultati ed elabora procedure di valutazione di sistema. Pubblicizza gli esiti.


    24. Integrazione
    La scuola applica le norme vigenti in materia di inserimento di allievi con disabilitĂ , con difficoltĂ  specifiche di apprendimento o in condizioni di svantaggio, alunni stranieri.


    25. Qualifiche del personale
    La scuola utilizza personale docente munito del titolo di abilitazione all’insegnamento.


    26. No profit
    La scuola viene gestita senza fini di lucro


    27. Modifiche del regolamento
    Le eventuali modifiche al presente regolamento saranno elaborate dal Rappresentante Legale dell’Ente gestore e approvate dal Consiglio d’Istituto.